Layers di Città

Tutto nasce dall’opportunità che la Rete e i computers hanno offerto all’Architettura.

Oggi è molto più semplice progettare in luoghi del mondo in cui non siamo mai stati e magari neanche andremo – almeno per il futuro recente – ma che sono a due click dal nostro blog preferito. La continua richiesta di una progettazione a livelli, la possibilità di visualizzare separatamente determinati sistemi urbani e solo su quelli intervenire – percepire in sottofondo la compresenza di diverse strutture – e passare alla visione d’insieme del progetto che stiamo realizzando è reso possibile grazie all’evoluzione e lo sviluppo di software CAD e BIM in architettura open source; l’intero Google Maps e la sua caratteristica più conosciuta, lo “Street View”, hanno reso il disegno del territorio e della città “user friendly ed open source” allo tesso tempo. Tutti possono capire immediatamente di cosa si parla quando si descrivono processi di espansione urbana o di connessione infrastrutturale, un click e si può vedere l’avanzamento dei lavori con una “timeline” oppure guardare dentro il cantiere.

Quello che finora non era stato fatto era rendere di facile comprensione i diversi sistemi, livelli, con cui è composta la città; grazie alla combinazione di diversi sviluppatori sull’idea di una cartografia collaborativa veniva lanciato nel luglio del 2004 il software online OpenStreetMap.

OSM è finalizzato alla creazione di cartografie utilizzando come riferimento i dati registrati da dispositivi GPS portatili, fotografie aeree ed altre fonti libere; tutti possono contribuire arricchendo o correggendo i dati ed è possibile utilizzarli liberamente perché distribuito sotto licenza libera ODL. Da qui a creare un database di geodati in formato .DXF o .DWG per un uso più specifico nel campo della progettazione architettonica ed urbana il passo è stato veramente breve; Brandon Liu, sviluppatore di software di San Francisco, ha usato i dati di OSM per creare i file .DXF CAD di 241 grandi città in tutto il mondo. I file hanno alcune limitazioni, a causa del modo in cui sono stati convertiti dai dati online (forse il più limitante è che le strade sono segnate solo da un singolo vettore), tuttavia i file forniscono informazioni sulle strade, sugli edifici, sulle ferrovie, sui parchi e i corsi d’acqua, con ogni elemento dotato di un proprio livello di disegno.

Milano

Roma

Palermo

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: