La capitale diffusa e la città densificata

Due di sette.

Gli scambi di beni e servizi tra Nord e Sud ed Est e Ovest del Mondo potrebbero incrociare le loro traiettorie nella porzione di terra che è la città di Lisboa. Traffici fuori e per l’Europa transitano dal porto canale sul Tejo e il quantitativo di teu ravvisa ogni anno una significativa crescita. Lisboa ha deciso di rilanciare il suo sviluppo economico e sociale partendo dall’Atlantico e conseguentemente riconquistando il rapporto con il fiume che aveva perso. Riflettere dunque sull’esistenza della città di mare e del rapporto imprescindibile tra i due; nessuno dei due può vivere senza l’altro, di mare si vive e dal mare sono venute molta più cultura e storia che dall’entroterra iberico. Il mare è un cantiere in continua evoluzione, occasione per la progettualità sul fronte della rigenerazione urbana; il rapporto tra Lisboa città d’acqua e la propria ribeira parte dalla necessità di recuperare – o meglio riconquistare – la relazione tra confine urbano e bordo acquatico, ottimizzare la convivenza tra porto e città, costruendo una continuità razionale lungo la linea di costa. La sfida è tenere insieme molteplici livelli di competenza, spesso conflittuali, e settori disciplinari differenti, coniugando temi architettonici e di progetto urbano, di sviluppo economico e sociale, di tutela delle risorse e del patrimonio culturale di diversa entità fisica. Lungo la fascia della ribeira sono numerosissime le testimonianze di attività industriale passate – che scandiscono la costa – costrette a modificare la loro conformazione all’avanzare della linea di costa nel tempo. Recuperare, permettendo al Tejo di riconquistare i suoi spazi, il legame fisico visivo tra Lisboa e il Tejo è un punto forte della nuova programmazione urbanistica della cittadina a scala capitale. Una capitale di un territorio molto più vasto dei confini municipali che trova nella periferia diffusa dell’area metropolitana – e non solo – la selettività della produzione; di fatto se accettiamo la codifica di quattro principi operativi nella pianificazione della città –  standardizzazione, estensione, centro direzionale e unità distretto – otteniamo la riproduzione infinita di elementi subordinati analoghi.

“La rivoluzione scientifica e tecnologica, secondo ogni probabilità eliminerà il contrasto tradizionale tra la Città e la Campagna con un’armoniosa mescolanza di aspetti urbani e rurali, di aree costruite e aperte, dando così forma a una fusione di città campagna”

Friedrich Engels

È accettabile se si esclude che lo sviluppo scientifico e tecnologico ha portato a una diversificazione e complessità dei rapporti umani, politici ed individuali, la conseguente espansione dei bisogni e l’elevamento culturale della società, nonché esigenze collettive più ampie e definibili. Una complessità che chiede di teorizzare e concretizzare una città nuova. Di fronte a noi abbiamo la scelta di sfruttare maggiore suolo o di ridisegnare quello che già abbiamo consumato. In entrambi i casi, pur conoscendone le contraddizioni interne ed esterne – la città diffusa e la città densificata –  e nonostante la realtà distorta a nuove dimensioni, possiamo individuare una possibilità più vasta di trasformazione sociale a condizione di sviluppare tutto il potenziale rivoluzionario contenuto nelle concentrazioni urbane, determinando l’abolizione di uno dei due termini di contrasto, centro-periferia, e conseguentemente intendere il termine residuo in modi del tutto diversi da quelli attuali. Potenzialmente ci troviamo dinanzi agli albori di una megalopoli.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: